Aperitivo alla discoteca FELLINI (Pogliano Milanese)

Ognuno vende bene i suoi prosciutti! (così diceva un mio vecchio project manager) – questa potrebbe essere la sintesi della serata aperitivo di domenica 25 Marzo 🙂
Non importa se sono fuori stagione, agli estrogeni, siliconati, abbronzati, snelli, grassi, acerbi… L’importante è vendere! e di ciccia ce n’era molta in vendita, ma da spolpare solo con gli occhi, ahinoi!

Andiamo con ordine:
Accoglienza ok, nonostante la coda che lasciava presagire un’affollamento interno, e così è stato.
La ragazza alla cassa probabilmente si è confusa, e non mi rilasciato il talloncino regolare ma solo quello del drink…
Il cibo era buono, direi ottimo per un’aperitivo su larga scala e per un prezzo limitato (15e). Putroppo il personale, nonostante corrano come matti, è insufficiente: ad esempio, per trovare le posate ho atteso 10 minuti.
Ressa esagerata, la mia attitudine nordica è stata messa duramente alla prova per muoversi in mezzo a quella bolgia.
Musica piacevole e cantabile fino alle 22 circa, dopodiché è degenerata in un continuo tunz tunz… ma i miei gusti musicali fanno poco testo, visto che non avevo mai sentito la maggior parte dei brani che gli altri cantavano a squarciagola.
Ambiente che vuole apparire ricercato e di buon gusto, ma ho notato non pochi comportamenti burini come farsi strada a spintoni e fumare tranquillamente all’interno. Qualche dubbio anche sulla magnificenza all’arrivo delle bottiglie, manco contenessero un elisir di lunga vita…

Ammirevole un ragazzo handicappato che non si è fatto scrupoli a divertirsi in un ambiente così imbellettato: dove molti sembrano atteggiarsi a super-uomini, lui si muoveva con disinvoltura nonostante la camminata sbilenca.

Un paio di suggerimenti:
– La fila di macchinoni in bella mostra all’ingresso è un fenomeno che ho visto in pochi altri paesi, tra cui Turchia e Romania… valutate voi se siamo in buona compagnia…
– Non sarebbe male lasciare la sala circolare vicino all’ingresso con musica a basso volume, magari qualcuno si accorge che vuole fare un discorso senza gridarsi nelle orecchie…

Personalmente mi sentivo piuttosto fuori luogo, ma in ogni caso l’aperivito “movimentato” merita, da riprovare sul presto quando si spera ci sia meno calca.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s